Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia Holding insieme per lo sviluppo della mobilità elettrica Lunedì, 29 Luglio 2019

Il documento sottoscritto dai presidenti di Federazione e DEH ha come obiettivo la diffusione delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici - auto, moto e bici - presso le cooperative trentine.

Per le sue caratteristiche di sostenibilità ambientale e di innovazione, il progetto riveste un’importanza strategica per il nostro territorio, anche in chiave turistica. L’energia distribuita dalle colonnine (almeno 80) sarà prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.

La Federazione Trentina della Cooperazione, rappresentata dalla presidente Marina Mattarei, e Dolomiti Energia Holding (DEH), società del gruppo Dolomiti Energia, rappresentata dal presidente Massimo De Alessandri, hanno sottoscritto un accordo operativo per lo sviluppo della mobilità elettrica in Trentino.

Obiettivo dell’iniziativa è la diffusione delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici - auto, moto e bici - presso le cooperative trentine. L’accordo dà attuazione a quanto previsto in una lettera di intenti firmata dalle due parti lo scorso 9 ottobre.

Il protocollo impegnerà Dolomiti Energia Holding a fornire alle migliori condizioni di mercato alle associate alla Federazione coinvolte nel progetto le colonnine per la ricarica e l’energia, che - come è sancito nel protocollo - sarà prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.

Per incentivare la partecipazione delle cooperative al piano di infrastrutturazione provinciale, se sarà raggiunto il numero di almeno 80 colonnine nel 2019, DEH riconoscerà alla Federazione un bonus di 450 euro per ogni unità installata, mentre Promocoop Trentina spa, il fondo mutualistico della cooperazione nel ruolo di sostenitore dell’iniziativa, erogherà alle cooperative un contributo a fondo perduto di 500 euro per ogni stazione di ricarica auto (700 per le colonnine dedicate alle e-bike).

DEH assumerà la gestione delle stazioni di ricarica per un arco di 10 anni, trascorsi i quali le colonnine rientreranno nella piena disponibilità dei soggetti proprietari, che sono le cooperative. DEH si impegna a fornire alle cooperative e alla Federazione report periodici sull’utilizzo delle stazioni di ricarica.

“Questo è un progetto di sistema – ha commentato la presidente della Federazione Marina Mattarei – in chiave di inter-cooperazione. Un ulteriore tassello sulla strada dello sviluppo sostenibile, in cui la cooperazione è da tempo impegnata”.

“Il rapporto con la cooperazione è ben consolidato – ha affermato il presidente di DEH Massimo De Alessandri – quello che abbiamo firmato oggi è un progetto di ampio respiro, costruito da aziende del territorio per il territorio. Tutta l’energia prodotta sarà 100% rinnovabile”.

Promocoop ha messo a disposizione per questo progetto un fondo da centomila euro: “La sostenibilità ambientale è un fattore di rilevante importanza per la salvaguardia del nostro futuro – ha affermato il presidente Arnaldo Dandrea – e la diffusione di queste iniziative può offrire al nostro territorio un ulteriore valore aggiunto, sia per il servizio sia per l’immagine positiva e green che ne deriva”.

Al momento della firma ha partecipato anche il vicepresidente della Giunta provinciale, nonché assessore all’energia e cooperazione, Mario Tonina: “questa è una iniziativa che va nella stessa direzione di quanto uscito dagli Stati Generali della montagna – ha affermato Tonina – questo territorio avrà un futuro solo con iniziative sostenibili come questa. La sinergia con il mondo cooperativo è molto importante”.

L’ attuazione del piano provinciale per la mobilità elettrica

La promozione della mobilità elettrica rappresenta un tassello del più ampio impegno alla sostenibilità che il movimento cooperativo trentino ha da tempo abbracciato, convinto dell’importanza di sostenere tutte le iniziative che tendono a salvaguardare l’ambiente e a diffondere una cultura sempre più attenta al rispetto di chi verrà dopo di noi.

Questa iniziativa rappresenta fra l’altro una sistematica attuazione del piano provinciale per la mobilità elettrica approvato nel settembre 2017 per la parte legata alla diffusione delle infrastrutture di ricarica. La Provincia ha infatti ritenuto strategico investire su questo fronte, approvando uno specifico strumento di programmazione che vedeva, tra i propri punti cardine, una capillare diffusione delle stazioni di approvvigionamento su tutto il territorio.

Ad oggi questa parte del piano risulta in ritardo: solo le zone di maggiore appetibilità per il mercato sono state raggiunte dagli operatori, che risultano invece poco presenti nelle aree della nostra provincia dove difficilmente l’investimento iniziale potrebbe essere recuperato.

Una rete di ricarica omogenea su tutto il territorio

L’iniziativa della Cooperazione Trentina e di Dolomiti Energia Holding tende a creare le condizioni affinché le stazioni di ricarica possano essere installate su tutto il territorio, rimuovendo le differenti potenzialità di partenza e riequilibrando quindi centro e periferia. Questo progetto si può quindi considerare una traduzione degli obiettivi condivisi a Comano Terme nell’ambito degli Stati Generali della Montagna: la rete deve essere presente e disponibile, alle medesime condizioni di accesso, a Trento come in qualunque altro paese della nostra provincia.

L’importanza dell’iniziativa va valutata anche in chiave turistica: se l’adesione al progetto da parte delle cooperative risulterà significativa sarà possibile spendere attraverso i canali di promozione l’idea di un Trentino dove la mobilità elettrica, green, è una realtà che permea tutta la comunità, dove il turista potrà muoversi in ogni angolo della nostra realtà potendo contare su stazioni di ricarica capillarmente diffuse, anche nelle frazioni più piccole, e completamente interoperabili con i principali network nazionali ed europei

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • La Cooperazione Trentina agli Stati generali della montagna Martedì, 02 Luglio 2019

    La Cooperazione Trentina e l'associazione Giovani cooperatori trentini hanno partecipato all'evento di chiusura degli Stati generali della montagna, portando il loro contributo per l'elaborazione di un piano di proposte strategiche per la valorizzazione del territorio montano.

  • Riscoperti i giochi di una volta per gli ospiti della Casa di riposo Martedì, 25 Giugno 2019

    Le studentesse della quarta A dell' Istituto di Istruzione Marie Curie di Pergine, indirizzo in scienze umane, hanno ricreato in classe, sotto la guida degli ospiti del Centro diurno della Casa di riposo di Povo, alcuni giochi di una volta, che hanno adattato alle capacità fisiche attuali degli anziani. Il lavoro è stato presentato dalle studentesse all'interno dell'Alzheimer Fest di Povo. Una valida psicomotricità - hanno appreso le studentesse - consente agli...

  • Cooperazione Trentina, un sistema per fare la differenza Venerdì, 07 Giugno 2019

    In apertura della parte pubblica della 124^ assemblea della Federazione Trentina della Cooperazione (2019) è stato proiettato un filmato con i dati dei diversi settori del movimento cooperativo trentino e le brevi testimonianze dei cooperatori in risposta alla domanda: "E per te, qual è la prima cosa su cui lavorare?"

  • Premiate le classi del concorso scolastico “Custodi di parole” Giovedì, 30 Maggio 2019

    All'iniziativa hanno aderito 30 classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, per un totale di oltre 520 studenti, che si sono impegnati nella realizzazione di vari materiali: video, dvd, lapbook, blog, cartelloni, dispense, powerpoint.Gli allievi della II C delle medie di Coredo hanno realizzato uno “scrigno della libertà”. Nel video il loro racconto, nelle parole di Martina e Manuel, e la testimonianza di Alessia Dobre della III LEB del Liceo "Fabio...

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • Uscito il bando della prima edizione della borsa di studio Katia Tenni Mercoledì, 30 Gennaio 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione ha istituito una borsa di studio, del valore complessivo di 15 mila euro, da destinare a “Un progetto di intercooperazione territoriale che stimoli l'innovazione e veda protagonisti giovani cooperatori e cooperatrici”. L'iniziativa è intitolata alla memoria della dott.ssa Katia Tenni, stimata professionista impegnata negli organi di controllo di numerose cooperative trentine e nel collegio sindacale della...