Cooperazione Trentina e capitale sociale Giovedì, 13 Settembre 2007

Lo stand della Cooperazione Trentina al Festival dell'Economia
Il padiglione di Piazza Fiera è allestito e gestito dalla Federazione Trentina della Cooperazione e al suo interno sono ospitati vari stand in cui sono presentati i prodotti della cooperazione, con la possibilità di assaggi e degustazioni. Accanto a questi spazi, una saletta per i dibattiti e incontri attorno al tema della cooperazione.

"Il valore della Persona in un' Economia che vale": è questo l' annuncio che accoglie chi si appresti ad entrare nello stand della Cooperazione Trentina allestito in Piazza Fiera in occasione della seconda edizione del "Festival dell' Economia". Appare quindi subito evidente il legame tra il mondo della cooperazione e il tema centrale del Festival di quest' anno: capitale umano e, soprattutto in questo caso, capitale sociale; in Trentino, d'altronde, quella delle cooperative è una realtà particolarmente radicata.

 

Il padiglione di Piazza Fiera è allestito e gestito dalla Federazione Trentina della Cooperazione e al suo interno sono ospitati vari stand in cui sono presentati i prodotti della cooperazione, con la possibilità di assaggi e degustazioni. Sono quindi presenti Trentingrana e Melinda, il maggior consorzio di produttori di mele della Val di Non; le cantine La Vis e Cavit, tra i maggiori produttori di vino della regione; Sant' Orsola, con la sua produzione di piccoli frutti, e Agririva con l' olio d' oliva del Garda. Accanto a quelli dei produttori vi sono anche gli stand delle cooperative di carattere sociale, come quella di Tagesmutter del Trentino "Il Sorriso", attiva dal 1999 con ben 85 asili nido sul territorio, o l' "Associazione giovani cooperatori trentini", attiva dal 1969, che si propone di migliorare la formazione culturale e civile dei giovani, con particolare riguardo alla loro educazione cooperativistica; o ancora l' "Associazione donne in cooperazione", sostenuta dall' assessorato pari opportunità della Provincia autonoma di Trento, che rappresenta un luogo di lavoro e di pensiero dove comprendere quali strumenti possano aiutare le donne ad avere coscienza del loro valore professionale e umano e a valorizzarlo all' interno del sistema della cooperazione trentina. Non possono poi ovviamente mancare le postazioni di "Casse Rurali Trentine", pilastro del risparmio sul territorio, e di "Famiglia Cooperativa" e "Coop Trentino".

 

Accanto a questi spazi è stata anche allestita una saletta per i dibattiti dove, durante i giorni del Festival, si svolgeranno incontri e discussioni che gireranno attorno al tema della cooperazione: si va da un incontro sui "Princìpi e valori della cooperazione oggi", ad un altro sulle "Quote rosa in cooperativa"; dall' "Economia raccontata ai bambini" a "La cooperazione in jeans: i giovani guardano al futuro". Vengono poi proposte ai visitatori delle "finestre di assaggio" dei prodotti cooperativi con interessanti abbinamenti come gelato di Fiavè alla mela trentina, gelato di carota della Valle di Gresta o sfoglie di salame trentino a sapore intatto; il tutto unito a degustazioni di vini DOC delle cantine sociali.
L' obiettivo? Far conoscere ai visitatori la vasta rete intessuta dalla cooperazione trentina all' interno di un modello di impresa diverso da quello tradizionale, che fondi la sua forza sul capitale umano e sociale.