Da venerdì 8 a domenica 10 febbraio in Val di Fiemme la trentottesima Slipegada Lunedì, 04 Febbraio 2019

Settecentosessantuno concorrenti in rappresentanza di ventiquattro realtà. Due numeri della trentottesima Slipegada, la tre giorni di sport invernali riservata ad amministratori e collaboratori delle Casse Rurali Trentine e degli organismi centrali.

Conto alla rovescia per la Slipegada numero trentotto che, il prossimo fine settimana, vedrà giungere in Val di Fiemme e confrontarsi sui tracciati di gara amministratori e collaboratori delle Casse Rurali Trentine e degli organismi centrali.

“Le iscrizioni si sono chiuse nel primissimo pomeriggio di oggi – osserva Paolo Baldessarini, presidente del comitato organizzatore (nella foto) – Due dati sulla partecipazione: i concorrenti sono 761 in rappresentanza di 24 realtà, tra Casse Rurali e organismi centrali. L’ultima volta della Slipegada in Val di Fiemme è del 2010. Era stata organizzata dalla Cassa Rurale Centrofiemme Cavalese e dalla Cassa Rurale di Fiemme, i due istituti di credito cooperativo che, alcuni mesi fa, hanno dato vita alla Val di Fiemme Cassa Rurale”.

La Slipegada numero 38 prenderà il via nel tardo pomeriggio di venerdì 8 febbraio con le due prove che, da diverse edizioni, rappresentano il prologo della tre giorni: la “ciaspolada” interpretata dai più come una passeggiata autentica nella natura della Val di Fiemme e la scialpinistica, in notturna, indirizzata a un gruppo selezionato di concorrenti.

Il giorno dopo, sabato 9 febbraio, le piste di Bellamonte ospiteranno le prove di sci alpino. Domenica 10 febbraio a Passo Lavazè le gare di sci di fondo. Cerimonia di premiazione il pomeriggio di domenica 10 febbraio.

Rispetto al passato il regolamento della Slipegada è mutato. “Infatti premia la partecipazione e non solo i risultati nelle singole prove dello sci alpino, dello sci nordico e delle altre discipline che caratterizzano il programma agonistico della nostra tre giorni – spiega Baldessarini – In buona sostanza viene considerata la partecipazione in tutte le prove del programma delle gare”.

Un po’ di storia

La prima edizione della Slipegada era stata ospitata in Val di Fiemme. “Nell’inverno del 1981 a Passo Lavazè e in una sola giornata vennero concentrate le prove di sci alpino e di sci nordico – ricorda Baldessarini - Il fattore campo contribuì a fare la differenza: i primi due gradini del podio vennero, infatti, occupati dalle Casse Rurali valligiane. Il successo venne conquistato dalla Cassa Rurale di Cavalese davanti alla Cassa Rurale di Predazzo. Terzo gradino per la Cassa Rurale di Pinzolo”.

Un anno fa, l’edizione numero trentasette, era stata vinta dalla Cassa Rurale Vallagarina al suo debutto alla Slipegada. L’istituto di credito cooperativo, risultato della fusione delle Casse Rurali della Bassa Vallagarina, degli Altipiani (Folgaria) e di Isera aveva messo al collo la medaglia di metallo più pregiato nell’edizione ospitata sull’Alpe Cimbra. Medaglia d’argento alla Cassa Rurale Tassullo e Nanno. Bronzo alla Cassa Rurale Alto Garda. Quarta piazza per Cassa Centrale Banca. Quinto posto per Val di Fiemme Cassa Rurale.