La Giunta provinciale presenta alle categorie economiche il progetto degli Stati Generali della Montagna Giovedì, 21 Marzo 2019

E’ una sfida decisiva per l’Autonomia trentina. Far rimanere la gente e le attività economiche in montagna, farla vivere. Lo ha detto chiaramente il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, incontrando ieri pomeriggio, insieme alla Giunta provinciale, i rappresentanti delle categorie economiche del Trentino ai quali ha illustrato il progetto degli Stati Generali della Montagna. Un percorso sul territorio che intende coinvolgere tutti gli attori che lo vivono e che culminerà in una convention plenaria in programma a metà giugno a Comano Terme, nella quale si proverà a fare sintesi delle istanze emerse per elaborarle in un piano di proposte strategiche per la valorizzazione della montagna.

Un progetto che ha registrato l’apprezzamento dei rappresentanti del mondo economico e produttivo, presenti con Marina Mattarei per la Federazione della Cooperazione, Roberto Pallanch per gli albergatori, Roberto Busato per Confindustria, insieme a Marco Giglioli responsabile della piccola industria, Aldi Cekrezi per Confesercenti, Marco Segatta per l’Associazione Artigiani e Giorgio Buratti per Confcommercio.

“Abbiamo iniziato un percorso – ha spiegato Fugatti – e vogliamo condividerlo con voi. Si tratta di un progetto aperto che vogliamo costruire insieme. Vi chiediamo quindi di partecipare con i vostri referenti sui territori, perché se è vero che ci sono temi trasversali e vero anche che molte questioni riguardano le diverse aree. Fare l’artigiano a Sagron Mis – ha evidenziato Fugatti – non è come farlo a Rovereto. Sappiamo che non potremo risolvere tutti i problemi e sappiamo anche che ci saranno tante richieste economiche, ma abbiamo bisogno di capire dove sia meglio indirizzare, per il futuro sviluppo del Trentino, le risorse che l’Autonomia ci mette a disposizione.

I rappresentanti delle categorie economiche hanno evidenziato la positività del progetto, garantendo la massima disponibilità a condividerlo. Fra i temi posti in questo primo giro di tavolo, quello della viabilità, del sostegno al turismo, delle infrastrutture e degli effetti del maltempo. “E’ importante far emergere dal basso le esigenze dei territori – ha detto il direttore di Confindustria Busato. Mentre per Giorgio Buratti di Confcommercio è fondamentale che gli Stati Generali della Montagna non portino ad una lista della spesa, ma a mettere insieme una lista di idee strategiche. “Per gli artigiani – ha detto Segatta – far vivere la montagna è fondamentale.

Dunque massima collaborazione per costruire insieme una proposta che possa guardare al futuro sviluppo del Trentino.

Fonte: Ufficio stampa PAT

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • Uscito il bando della prima edizione della borsa di studio Katia Tenni Mercoledì, 30 Gennaio 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione ha istituito una borsa di studio, del valore complessivo di 15 mila euro, da destinare a “Un progetto di intercooperazione territoriale che stimoli l'innovazione e veda protagonisti giovani cooperatori e cooperatrici”. L'iniziativa è intitolata alla memoria della dott.ssa Katia Tenni, stimata professionista impegnata negli organi di controllo di numerose cooperative trentine e nel collegio sindacale della...

  • L’innovazione nelle cooperative agricole del Trentino Lunedì, 21 Gennaio 2019

    Ad aver introdotto migliorie e innovazioni recenti sono perlopiù le cooperative vitivinicole e ortofrutticole. In cima all'elenco delle priorità di cambiamento c'è la volontà di convertire le prassi produttive nel rispetto di nuovi standard sostenibili, scegliendo il metodo biologico. Ancora: l'appartenenza alla forma cooperativa è fonte d'orgoglio nonché scelta ponderata. Sono solo alcuni dei risultati emersi dalla ricerca condotta da Euricse,...

  • Iscriviti al canale di Cooperazione Trentina! Venerdì, 11 Gennaio 2019

    Perché iscriversi al canale YouTube della Cooperazione Trentina? Le ragioni sono tante e puoi scoprirne alcune in questo breve video. E ricorda che puoi partecipare anche tu alla decisione di cosa pubblicare. Scrivici cosa vorresti vedere o cosa vorresti sapere del movimento cooperativo. Faremo il possibile per risponderti con un nuovo video!