Lavoratori agricoli stagionali, positiva la sperimentazione annunciata dalla Provincia Martedì, 11 Agosto 2020

Il mondo agricolo cooperativo accoglie con soddisfazione la comunicazione della Provincia circa l’avvio della sperimentazione della “quarantena attiva” per i lavoratori stranieri impegnati nella raccolta stagionale in agricoltura, sollecitata dalla Federazione.

Il presidente Simoni: “Un plauso alla Provincia per aver agito con tempestività, comprendendo il grande sforzo organizzativo e gestionale messo in campo dalle cooperative agricole per garantire la salute pubblica e il contenimento del contagio”.

La cooperazione agricola coinvolge circa il 90% della produzione provinciale, 18mila produttori soci di cooperative per un fatturato di circa 1,2 miliardi di euro. Nel momento della raccolta (soprattutto mele e uva) si aggiungono mediamente 7/8mila lavoratori stagionali, in gran parte provenienti dall’est europeo.

L’emergenza Covid-19 rischia fortemente di compromettere l’attività in campagna che si concentra in poche settimane di lavoro ad alta concentrazione.  Per questo è necessario trovare una soluzione urgente alle limitazioni di ingresso imposte dai protocolli anticontagio, che obbligherebbero i cittadini provenienti da determinati Paesi ad effettuare la quarantena in isolamento al loro ingresso nel nostro Paese.

Per questo la Federazione ha inviato una lettera alla Provincia – a nome di tutte le organizzazioni agricole cooperative – proponendo la formalizzazione di un protocollo gestionale che fissi le regole dell’ingresso e dell’attività svolta dai lavoratori stranieri, nel rispetto di precise e prudenti linee guida sulla gestione del rischio da contagio Covid-19, contemperandole con le esigenze riferite alle operazioni di raccolta dei prodotti agricoli.

Una proposta meditata, che comporta un’assunzione di responsabilità diretta da parte delle singole aziende agricole, una regolamentazione che incrocia e rende compatibili le esigenze di tutela della salute pubblica e di salvaguardia di un intero comparto economico che, in poche settimane, vede concretizzarsi il lavoro, gli investimenti, le fatiche di un intero anno.

La proposta prevede che i lavoratori siano sottoposti a tampone entro 24 ore dall’arrivo in Trentino e che debbano comunicare dove svolgeranno il periodo di sorveglianza e isolamento fiduciario per i controlli ed il conteggio dei giorni.

In attesa dell’esito del tampone, i lavoratori dovranno eseguire una ‘quarantena attiva’ che consiste nella possibilità di operare all’interno dell’azienda agricola rispettando modalità operative specifiche e restrittive. Dovranno per esempio lavorare in gruppi di massimo 4 persone, le stesse con cui dormiranno e consumeranno i pasti, al fine di facilitare un eventuale contact tracing in caso di positività al virus.

“Il protocollo proposto dal mondo agricolo è serio e responsabile – ha commentato il presidente della Federazione Roberto Simoni –. Esprimiamo un plauso alla Provincia per averlo analizzato con tempestività, comprendendo il grande sforzo organizzativo e gestionale messo in campo dalle cooperative agricole per garantire la salute pubblica e il contenimento del contagio e, al tempo stesso, il coronamento delle fatiche dell’annata agricola rendendo possibile la fase della raccolta. Ora salutiamo con soddisfazione la comunicazione dell’avvio della sperimentazione, la cui procedura, in corso di validazione con il Commissariato del Governo, sarà nota nei dettagli nei prossimi giorni”. 

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • La Cooperazione Trentina agli Stati generali della montagna Martedì, 02 Luglio 2019

    La Cooperazione Trentina e l'associazione Giovani cooperatori trentini hanno partecipato all'evento di chiusura degli Stati generali della montagna, portando il loro contributo per l'elaborazione di un piano di proposte strategiche per la valorizzazione del territorio montano.

  • Riscoperti i giochi di una volta per gli ospiti della Casa di riposo Martedì, 25 Giugno 2019

    Le studentesse della quarta A dell' Istituto di Istruzione Marie Curie di Pergine, indirizzo in scienze umane, hanno ricreato in classe, sotto la guida degli ospiti del Centro diurno della Casa di riposo di Povo, alcuni giochi di una volta, che hanno adattato alle capacità fisiche attuali degli anziani. Il lavoro è stato presentato dalle studentesse all'interno dell'Alzheimer Fest di Povo. Una valida psicomotricità - hanno appreso le studentesse - consente agli...

  • Cooperazione Trentina, un sistema per fare la differenza Venerdì, 07 Giugno 2019

    In apertura della parte pubblica della 124^ assemblea della Federazione Trentina della Cooperazione (2019) è stato proiettato un filmato con i dati dei diversi settori del movimento cooperativo trentino e le brevi testimonianze dei cooperatori in risposta alla domanda: "E per te, qual è la prima cosa su cui lavorare?"

  • Premiate le classi del concorso scolastico “Custodi di parole” Giovedì, 30 Maggio 2019

    All'iniziativa hanno aderito 30 classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, per un totale di oltre 520 studenti, che si sono impegnati nella realizzazione di vari materiali: video, dvd, lapbook, blog, cartelloni, dispense, powerpoint.Gli allievi della II C delle medie di Coredo hanno realizzato uno “scrigno della libertà”. Nel video il loro racconto, nelle parole di Martina e Manuel, e la testimonianza di Alessia Dobre della III LEB del Liceo "Fabio...

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • Uscito il bando della prima edizione della borsa di studio Katia Tenni Mercoledì, 30 Gennaio 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione ha istituito una borsa di studio, del valore complessivo di 15 mila euro, da destinare a “Un progetto di intercooperazione territoriale che stimoli l'innovazione e veda protagonisti giovani cooperatori e cooperatrici”. L'iniziativa è intitolata alla memoria della dott.ssa Katia Tenni, stimata professionista impegnata negli organi di controllo di numerose cooperative trentine e nel collegio sindacale della...