Le Casse Rurali dal ministro Fraccaro: impegno per tutelare la mutualità Venerdì, 12 Aprile 2019

Si è svolto ieri nella sede del ministero a Roma l’incontro chiesto dal ministro Riccardo Fraccaro con i presidenti e vice delle Casse Rurali trentine.

Marina Mattarei: “incontro molto positivo, abbiamo registrato la disponibilità del ministro per mitigare i possibili effetti negativi della riforma sulla mutualità e l’identità delle Casse Rurali. Accanto alle capogruppo, importante anche il ruolo delle associazioni di rappresentanza”.

È stato un incontro molto cordiale, durante il quale il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta Riccardo Fraccaro (M5s) ha potuto scambiare in maniera diretta con la Federazione e i presidenti e vice delle Casse Rurali trentine (presenti 18 su 20) opinioni e proposte a valle della riforma del credito cooperativo, varata nella precedente legislatura ed ora pienamente operativa.

Pur esprimendo la propria contrarietà rispetto al modello di capogruppo introdotto dalla riforma, il ministro ha manifestato la propria disponibilità a mitigare i possibili effetti negativi sulla mutualità e l’identità delle Casse Rurali. Essi riguardano la tutela della mutualità delle banche cooperative, più volte citata anche nel testo di legge, e il ruolo del livello associativo di rappresentanza (Confcooperative, Federcasse, e in Trentino la Federazione), che nella norma non trova riscontro.

La natura mutualistica del credito cooperativo è stata quasi ignorata dai regolatori internazionali, Bce in primo luogo, che va invece meglio argomentata e regolata per evitare effetti sociali molto pericolosi.

Tra governo e rappresentanti delle Bcc e Rurali non c’è differenza di visione sul modello di credito cooperativo. Da entrambi i lati c’è la stessa preoccupazione.

“Il Governo - ha detto il ministro Riccardo Fraccaro - è aperto all’ascolto delle istanze che vengono dalle realtà del credito cooperativo per approfondire tutti gli elementi della questione e poi modificare questa riforma sulla natura cooperativa e l’identità anche dei gruppi bancari. Il nostro obiettivo è quello di tutelare la distintività cooperativa delle Casse Rurali, la identità, la mutualità e il radicamento sul territorio, affinché le banche cooperative possano esplicitare sempre la loro natura mutualistica”.

“Si è trattato di un riconoscimento istituzionale molto importante – commenta la presidente della Federazione Marina Mattarei – e una conferma di validità anche per il ruolo associativo. Questo incontro è un passaggio significativo, perché le Casse Rurali hanno potuto esprimere direttamente al ministro il loro punto di vista e le loro preoccupazioni.

I presidenti hanno ribadito l’importanza di questa riforma, ma ciò non vuol dire che non possa esserci la preoccupazione sugli effetti della stessa sui territori.

L’impegno del ministro espresso ai presidenti nell’incontro a Roma è di andare avanti e mantenere un dialogo diretto con noi sulla tutela della Casse Rurali, il territorio e le imprese”.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Cooperazione Trentina, un sistema per fare la differenza Venerdì, 07 Giugno 2019

    In apertura della parte pubblica della 124^ assemblea della Federazione Trentina della Cooperazione (2019) è stato proiettato un filmato con i dati dei diversi settori del movimento cooperativo trentino e le brevi testimonianze dei cooperatori in risposta alla domanda: "E per te, qual è la prima cosa su cui lavorare?"

  • Premiate le classi del concorso scolastico “Custodi di parole” Giovedì, 30 Maggio 2019

    All'iniziativa hanno aderito 30 classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, per un totale di oltre 520 studenti, che si sono impegnati nella realizzazione di vari materiali: video, dvd, lapbook, blog, cartelloni, dispense, powerpoint.Gli allievi della II C delle medie di Coredo hanno realizzato uno “scrigno della libertà”. Nel video il loro racconto, nelle parole di Martina e Manuel, e la testimonianza di Alessia Dobre della III LEB del Liceo "Fabio...

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • Uscito il bando della prima edizione della borsa di studio Katia Tenni Mercoledì, 30 Gennaio 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione ha istituito una borsa di studio, del valore complessivo di 15 mila euro, da destinare a “Un progetto di intercooperazione territoriale che stimoli l'innovazione e veda protagonisti giovani cooperatori e cooperatrici”. L'iniziativa è intitolata alla memoria della dott.ssa Katia Tenni, stimata professionista impegnata negli organi di controllo di numerose cooperative trentine e nel collegio sindacale della...

  • L’innovazione nelle cooperative agricole del Trentino Lunedì, 21 Gennaio 2019

    Ad aver introdotto migliorie e innovazioni recenti sono perlopiù le cooperative vitivinicole e ortofrutticole. In cima all'elenco delle priorità di cambiamento c'è la volontà di convertire le prassi produttive nel rispetto di nuovi standard sostenibili, scegliendo il metodo biologico. Ancora: l'appartenenza alla forma cooperativa è fonte d'orgoglio nonché scelta ponderata. Sono solo alcuni dei risultati emersi dalla ricerca condotta da Euricse,...