Partita la vendemmia 2017. Prima raccolta con uve a bacca bianca Martedì, 22 Agosto 2017

Primi grappoli a essere raccolti quelli delle uve base spumante.

Tra ieri e oggi in Trentino ha preso il via la vendemmia delle uve a bacca bianca.

“I primi grappoli vengono raccolti con una decina di giorni di anticipo sulle previsioni – osserva Graziano Molon, direttore del Consorzio Vini del Trentino – Sulla qualità della vendemmia è presto per esprimere una valutazione perché tutto dipende dal quadro meteo che caratterizzerà il periodo della raccolta”.

Ricordiamo che, dagli ultimi dati a disposizione elaborati dal settore cooperative agricole della Federazione Trentina della Cooperazione, il fatturato consolidato del settore vitivinicolo della Cooperazione Trentina è di 467 milioni di euro. I soci viticoltori sono 6.585. Le cantine sociali sono: Aldeno, Ala, Avio, Isera, La-Vis, Mezzacorona, Rotaliana di Mezzolombardo, Mori-Colli Zugna, Roverè della Luna, Toblino, Cantina Sociale di Trento, Vivallis, Agraria Riva, Cavit (consorzio di secondo grado).

C’è un po’ di preoccupazione dovuta agli effetti delle grandinate di inizio agosto. “Le grandinate in prossimità della vendemmia - aggiunge Molon - sono le peggiori. Tuttavia il tempo asciutto degli ultimi giorni ha favorito una rapida cicatrizzazione delle uve potendo arrivare, anche in questi casi, in vendemmia con uve sane”.

Altro settore importante della Cooperazione è rappresentato dalle mele.

Prima del mese di agosto le stime di produzione, curate da Apot e Assomela, prevedevano un calo della produzione del 61% rispetto allo scorso anno.

A peggiorare ulteriormente la situazione sono stati due eventi meteo di considerevole intensità nei primi dieci giorni di agosto caratterizzati da violentissime grandinate. Hanno colpito pesantemente zone fino a quel momento rimaste indenni. In particolare la Valle di Cembra, parte dell’asta dell’Adige (Trento nord), Bleggio e Valsugana.

Grandine che ha aggiunto problema a problema dopo quanto provocato dalla gelata della scorsa primavera che aveva interessato la valle di Non.

Limitato il territorio trentino risparmiato dal maltempo: Trento sud dove le reti antigrandine e l’irrigazione antibrina hanno dimostrato la loro efficacia, Valli del Sarca (con eccezione della Valle di Cavedine anch'essa messa in ginocchio dal gelo), Dro, Arco e Pietramurata dove la grandine ha colpito in misura decisamente minore.

Del 39% della produzione rimasta si ipotizza che, un terzo, sia destinabile all’industria e i rimanenti due terzi al consumo.

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • La Cooperazione Trentina agli Stati generali della montagna Martedì, 02 Luglio 2019

    La Cooperazione Trentina e l'associazione Giovani cooperatori trentini hanno partecipato all'evento di chiusura degli Stati generali della montagna, portando il loro contributo per l'elaborazione di un piano di proposte strategiche per la valorizzazione del territorio montano.

  • Riscoperti i giochi di una volta per gli ospiti della Casa di riposo Martedì, 25 Giugno 2019

    Le studentesse della quarta A dell' Istituto di Istruzione Marie Curie di Pergine, indirizzo in scienze umane, hanno ricreato in classe, sotto la guida degli ospiti del Centro diurno della Casa di riposo di Povo, alcuni giochi di una volta, che hanno adattato alle capacità fisiche attuali degli anziani. Il lavoro è stato presentato dalle studentesse all'interno dell'Alzheimer Fest di Povo. Una valida psicomotricità - hanno appreso le studentesse - consente agli...

  • Cooperazione Trentina, un sistema per fare la differenza Venerdì, 07 Giugno 2019

    In apertura della parte pubblica della 124^ assemblea della Federazione Trentina della Cooperazione (2019) è stato proiettato un filmato con i dati dei diversi settori del movimento cooperativo trentino e le brevi testimonianze dei cooperatori in risposta alla domanda: "E per te, qual è la prima cosa su cui lavorare?"

  • Premiate le classi del concorso scolastico “Custodi di parole” Giovedì, 30 Maggio 2019

    All'iniziativa hanno aderito 30 classi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, per un totale di oltre 520 studenti, che si sono impegnati nella realizzazione di vari materiali: video, dvd, lapbook, blog, cartelloni, dispense, powerpoint.Gli allievi della II C delle medie di Coredo hanno realizzato uno “scrigno della libertà”. Nel video il loro racconto, nelle parole di Martina e Manuel, e la testimonianza di Alessia Dobre della III LEB del Liceo "Fabio...

  • Con etika un risparmio di 1 milione 750 mila euro in bolletta Giovedì, 04 Aprile 2019

    Le 42 mila famiglie trentine che hanno scelto etika, l'offerta luce e gas della Cooperazione Trentina e Dolomiti Energia, hanno risparmiato complessivamente 1 milione e 750 mila euro in bolletta. Di più: hanno aiutato circa 40 persone con disabilità a sperimentare soluzioni abitative autonome e hanno inoltre salvaguardato l'ambiente trentino, con 14.700 tonnellate di anidride carbonica risparmiate, grazie all'utilizzo di energia green certificata.Questi alcuni dei dati dal...

  • L'ufficio a Bruxelles della Federazione Trentina della Cooperazione Martedì, 02 Aprile 2019

    La Federazione Trentina della Cooperazione è presente a Bruxelles con un ufficio per sostenere e promuovere il punto di vista delle cooperative trentine a livello europeo

  • Il video dell'udienza Lunedì, 25 Marzo 2019

    Hanno partecipato all'incontro con Francesco, sabato 16 marzo, in Aula Paolo VI, 252 cooperatori in rappresentanza di oltre 50 cooperative trentine.

  • L'esterometro Venerdì, 22 Febbraio 2019

  • La mela nell’arte Giovedì, 21 Febbraio 2019

    Un nuovo modo per raccontare la mela, attraverso l'arte, è quello emerso in occasione del convegno annuale di Apot, a cui ha partecipato anche lo storico dell'arte e personaggio televisivo Philippe Daverio.