Siblingis: uno sguardo inusuale sulla disabilità Lunedì, 07 Ottobre 2019

Lo psicoterapeuta Andrea Dondi, ospite di Consolida, ha presentato il suo libro “Siblings. Crescere fratelli e le sorelle di bambini con disabilità”.  “La presa in carico della disabilità da parte delle istituzioni è concentrata ancor oggi sul supporto alla persona in una logica di medicalizzazione e dimentica invece la famiglia, e i fratelli e le sorelle in modo particolare. Dovremmo, in una prospettiva etica, operare in una logica di prevenzione per evitare che anche i percorsi di crescita dei siblings diventino patologia e per recuperare la ricchezza di sguardo sulla disabilità che loro ci possono offrire”. La presentazione fa parte della settimana dell’accoglienza promossa da CNCA Trentino Alto Adige insieme a molti attori del territorio.

Lo psicoterapeuta Andrea Dondi ha parlato della sua lunga esperienza con i siblings, ovvero i fratelli e le sorelle di bambini con disabilità, che raccontato nel libro “Siblings, Crescere fratelli e sorelle di bambini con disabilità”. Andrea Dondi da oltre 20 anni affianca all’attività clinica momenti di lavoro dedicati alla disabilità in particolare con Fondazione Paideia , in un’ottica centrata sulla famiglia, conducendo seminari di formazione, conduzione di gruppi per genitori e promuovendo e organizzando gruppi per siblings.  Nell’esperienza quotidiana di una famiglia con un figlio con disabilità, sottolinea Dondi, tra impegni di cura e accompagnamento, a volte è difficile dare spazio agli altri figli. I siblings vivono un’esperienza di crescita che può essere faticosa, con una chiamata implicita ad essere responsabili, indipendenti, sempre comprensivi

“Per troppo tempo – ha affermato - ci siamo dimenticati di loro e come comunità abbiamo un debito con loro”, ha affermato l’autore spiegando che il percorso di crescita di un sibling, a differenza di quella dei genitori di bambini con disabilità, è contrassegnata fin dall’inizio e per tutta la loro vita, dalla convivenza con la fragilità”.

Il libro è pensato come una guida per genitori ma offre però molti spunti anche agli operatori dei servizi sociali e al mondo della scuola.

La scelta di presentare il libro sui siblings all’interno della settimana dell’accoglienza organizzata da CNCA non è causale – ha spiegato Francesca Gennai vicepresidente del consorzio Consolida – perché il tema scelto dalla manifestazione quest’anno è quello delle solitudini e per i siblings – come ben racconta Dondi - questa solitudine è rappresentata dal rischio molto concreto di “rimanere sullo sfondo”, di non essere visti né da mamma e papà, né dagli insegnanti e dagli operatori dei servizi.

“Il libro è prezioso – ha sottolineato Gennai - perchè usa linguaggio semplice, ma non semplicistico, frutto di anni e anni di esperienza, e ha il grande merito, in una società come la nostra in cui si parla di analfabetismo emotivo, di partire proprio dalle emozioni che anche il percorso di crescita dei siblings può generare, come l’invidia e la rabbia.”

Non un libro sulla disabilità quindi, ma un affondo sul sistema famigliare che attorno alla disabilità gravita. In particolate i fratelli e le sorelle delle persone con disabilità sono osservati da un duplice punto di vista: da un lato sono soggetti che hanno bisogno di essere visti e considerati in modo specifico, dall’altra, possono essere fonte di un sguardo disincantato e deangolato sulla disabilità stessa.. Come la disabilità anche quella dei siblings non deve trasformarsi in una parola-etichetta, Dondi, infatti, ricorda che ogni contesto produce variabili eterogenee, ogni sorella o fratello è quindi unico e ogni situazione necessita di una puntuale analisi.

Fonte: Consolida

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Il progetto INNO-WISEs Mercoledì, 26 Giugno 2019

    L'attività di alcune cooperative sociali trentine, che nei prossimi mesi parteciperanno alla fase di test della piattaforma ICT per le WISEs (Work Integration Social Enterprises – Cooperative di inserimento lavorativo) progettata dai partner del progetto INNO-WISEs, nel video realizzato dalla cooperativa sociale Relè.Il progetto è finanziato dal programma INTERREG Central Europe e la Federazione Trentina della Cooperazione ne...

  • Abitare inclusivo: l'esperienza di Pordenone Sabato, 27 Ottobre 2018

    Al convegno organizzato da Consolida su "L'abitare inclusivo delle persone con disabilità in Trentino: modelli ed esperienza", Luisa Montico, della Fondazione Down Friuli Venezia Giulia, ha portato l'esperienza avviata nel 2001 a Pordenone che ha già permesso a molte persone di costruirsi una vita autonoma.

  • Cos'è l'abitare inclusivo Sabato, 27 Ottobre 2018

    Quando si parla di abitare inclusivo cosa si intende? Perchè è un tema fondamentale nella creazione di condizioni di vita autonoma per persone con disabilità? Lo spiega Piergiorgio Reggio, presidente della Fondazione Demarchi, intervenuto al convegno organizzato da Consolida su "L'abitare inclusivo delle persone con disabilità in Trentino: modelli ed esperienze"

  • L'esperienza dell'abitare inclusivo della cooperazione sociale trentina Sabato, 27 Ottobre 2018

    In occasione del convegno organizzato da Consolida sul tema dell'abitare inclusivo delle persone con disabilità, la vicepresidente Francesca Gennai fa il punto sui risultati e sull'esperienza raggiunta in questo ambito

  • Elezioni: i candidati presidente rispondono alle proposte della cooperazione sociale Giovedì, 18 Ottobre 2018

    Condensate in cinque punti, il Consolida ha illustrato ai candidati alle elezioni del 21 ottobre le proprie proposte su welfare e lavoro per il futuro del Trentino. Nel video, le impressioni e gli impegni dei candidati presidente che hanno partecipato all'incontro: Ugo Rossi (Patt), Giorgio Tonini (Alleanza democratica e popolare), Antonella Valer (Sinistra per il Trentino), Paolo Primon (Popoli Liberi), Roberto De Laurentis (Tre).

  • Le proposte alla politica della cooperazione sociale Lunedì, 15 Ottobre 2018

    Condensate in cinque punti, il Consolida ha illustrato ai candidati alle elezioni del 21 ottobre le proprie priorità su welfare e lavoro per il futuro del Trentino. Nel video, le interviste a Serenella Cipriani, presidente di Consolida, e alla vicepresidente Francesca Gennai.

  • I progetti finanziati con il fondo sociale di etika Martedì, 04 Settembre 2018

    Sono 36.300 i trentini che hanno aderito a etika, l'offerta della Cooperazione Trentina (Federazione, Cassa Centrale Banca, Sait – Famiglie Cooperative, Consolida e la cooperativa sociale La Rete) e di Dolomiti Energia per l'acquisto di luce e gas.Oltre a beneficiare di uno sconto in bolletta e di numerose altre agevolazioni, i sottoscrittori hanno anche generato un vantaggio sociale, poiché per ogni contratto firmato Dolomiti Energia si è impegnata a versare ogni anno 10 euro al...

  • Etika, l'energia che cresce - il video Giovedì, 30 Novembre 2017

    La video animazione di presentazione del progetto Etika, l'energia che cresce: economica, ecologica, solidale."Possibile e insieme, il futuro che stiamo immaginando".

  • Riforma anziani: le proposte delle cooperative sociali di Consolida Martedì, 07 Novembre 2017

    E' iniziata in Consiglio provinciale la discussione sul disegno di legge di riforma del welfare anziani. Consolida ha organizzato un convegno per presentare le proposte di emendamento della cooperazione sociale.Nel video, le interviste a Italo Monfredini, direttore generale del gruppo Spes e consigliere di Consolida, e a Luca Zeni, assessore provinciale alla Salute.

  • etikaplus: con etika il risparmio è (anche) a led Mercoledì, 18 Ottobre 2017

    Lampadine led a prezzi scontati per gli aderenti a etika, l'offerta luce e gas economica, ecologica e solidale. Un'iniziativa creata da Federazione Trentina della Cooperazione, Cassa Centrale Banca, Consolida, Sait, cooperativa sociale La Rete insieme a Dolomiti Energia.